Diario

L’avvocato Geppetto
Cuccù!

Thursday April 6th, 2017

Non ho telefonato, non mi sono annunciata. A volte sento che è meglio così. Entrerò dritta con le mie incertezze e parlerò con quel signore che fa bellissimi fischietti a cucù, pronti via.

Anni fa in un breve soggiorno a Matera mi ero comperata un cucù. E’uno strano galletto in terracotta colorata, un talismano contro gli spiriti maligni e di buon auspicio per la fertilità. Ce ne sono di tantissime forme e dimensioni, io mi sono comperata un piccolino classico e ancora oggi ogni tanto ci fischio dentro. Anche se da questo divertente filmato si evince che le dimensioni del fischietto sono considerate importanti.

E’ un oggetto arcano e misterioso sulla cui maternità (con la m) si danno battaglia Altamura, Gravina in Puglia e Matera in Basilicata. Ma in fondo poi l’importante è che continui a esistere e che qualcuno tenga viva la tradizione e lo faccia con amore. (https://www.behance.net/gallery/35653365/Bussare-per-visitare-le-Cola-Cola)

Arriviamo a Matera di nuovo la sera tardi e ancora affamati. Ci accoglie Luciana nel suo magnifico b&b tra i sassi (http://www.ilsassoelaseta.it/ ). E poi in fretta verso il ristorante, ci perdiamo nei dedali su e giù, spinti dalla la fame e rotti di stanchezza. Seduti finalmente a tavola alle 10.30 di sera abbiamo a fianco una famiglia con bambini piccoli e isterici di sonno, la radio settata su una stazione di brutta musica italiana. R si alza e capovolge la cassa per attutite il suono, siamo nervosi ci verrebbe da litigare un po’ tra noi ma poi passa. Fave e cicoria, un buon bicchiere di bianco e diventiamo buoni come questo pane. E poi è San Valentino (cuoricino).

Sulla strada verso casa a notte fonda incontriamo Martino, un ragazzo simpatico e molto ubriaco. Mi dice che sono stronza ma poi chiede se può venire a casa con noi. Ci chiama bastardi e quindi ci invita in un locale a bere- ancora? Ad un certo punto dice di essere di Scanno e io gli racconto che veniamo giusto oggi da Scanno, che coincidenza! Ma poi scopro che non è vero, lui è di Matera ce lo dicono degli amici che incontriamo poco dopo nel bar in cui ci ha portati. E allora ci beviamo un Lucano, sembra di essere nello spot ma con la regia di Jonesco. Cosa vuoi di più dalla vita?
Giunti finalmente a casa, è notte fonda e ci immergiamo nella vascona interrata del bagno di Luciana. Una meraviglia fuori misura, stiamo comodissimi. Sembra una metafora più che una vasca, bigger than life.

La mattina R si sveglia all’alba e scatta foto dai tetti di Matera con una luce bellissima. Poi torna a letto e facciamo l’amore. Mi sembra felice – io lo sono.